Il professore e il pazzo. La grande impresa delle parole

Simon Winchester

Se siete appassionati di lessicografia questo libro vi sembrerà irresistibile. Nonostante il titolo sia “Il professore e il pazzo”, il vero protagonista di questa storia appassionante è l’Oxford English Dictionary, un’opera monumentale ancora oggi in continua e costante evoluzione. L’autore Simon Winchester, un giornalista che conosce benissimo sia il suo mestiere che il mondo dell’editoria, racconta partendo da due dei protagonisti di questo progetto lessicografico, il professore e il pazzo, appunto. Due uomini che hanno avuto un ruolo fondamentale nella nascita e nell’evoluzione di questo dizionario, solo apparentemente molto lontani tra loro. il professore e il pazzoIl professore è James Murray, appassionato di tutto ciò che può essere imparato e maniacalmente curioso nei confronti del linguaggio e della storia delle parole. Il pazzo è William Chester Minor, la cui esperienza nell’esercito lo ha segnato a tal punto, da trasformarlo in un omicida rinchiuso in manicomio proprio a seguito di questo episodio. Ad accomunare questi due pionieri sono la passione e il senso della sfida. Per Murray è l’occasione di trasformare il suo sapere in uno strumento concreto che possa diventare veicolo di diffusione e di conoscenza delle parole e delle loro storie; per Minor è un’àncora di salvezza, che gli consente di uscire dalla sua mente paranoica per dedicarsi a un lavoro capace di dare un senso alle sue giornate sempre uguali e senza prospettive. Murray e Minor collaborano per tutta la loro vita a distanza, senza mai incontrarsi se non alla fine, con un unico elemento che li ha tenuti uniti e solidali per settant’anni: la passione per le parole. Non siamo di fronte a un romanzo, quanto piuttosto a un saggio colto attraverso il quale Winchester racconta, in modo avventuroso, le tre biografie del professore, del pazzo e dell’Oxford English Dictionary, uno strumento di conoscenza straordinario nella sua originalità e lungimiranza. Perché, ammettiamolo, facciamo fatica a immaginare come doveva essere il mondo senza un dizionario da poter consultare per imparare il significato delle parole o per capire quali sono le accezioni possibili. È interessante rendersi conto che un’opera così monumentale è nata dall’impegno di migliaia e migliaia di contributori volontari che hanno investito tanta parte del loro tempo per compilare “liste di parole tratte da tutto ciò che leggevano” e che sarebbero diventate il punto di partenza per un’avventura pionieristica e senza precedenti. 
Winchester è un narratore straordinario, di grande esperienza. “Il professore e il pazzo” è un libro coltissimo, ma che non ti fa mai sentire ignorante. Un libro che invita alla riflessione su uno strumento, il dizionario, che fa talmente parte della nostra quotidianità che tendiamo a darlo per scontato e a pensare che sia sempre esistito. Io, ad esempio, non avevo mai riflettuto sul fatto che Shakespeare, Dante, Petrarca, Boccaccio, per citarne solo alcuni, non solo non avevano a disposizione un dizionario, ma quasi sicuramente non era nemmeno nei loro pensieri!
 Winchester, con “Il professore e il pazzo” ci regala un meraviglioso viaggio nel mondo delle parole e non importa se alla fine della lettura non vi sarete appassionati alla lessicografia, anche se mi sembra un’ipotesi improbabile.
Questo racconto è la dimostrazione chiara e tangibile che avere un sogno, un desiderio, un’aspirazione, un progetto e perseguirlo con determinazione, significa quasi sempre realizzarlo. La passione di Murray è contagiosa e il segreto è trasmetterla agli altri. La genesi dell’Oxford English Dictionary è del tutto analoga a quella di Wikipedia, per tornare alla contemporaneità: molti volontari, sparsi in tutto il Regno Unito collaborano inviando materiale lessicale che la squadra di Oxford legge, valuta, valida e pubblica. Oggi accade lo stesso grazie a volontari appassionati di tutto il mondo e non ha nessuna importanza che il formato sia così diverso per due strumenti.
Walt Disney diceva: “Se lo puoi sognare lo puoi fare”; questa è la vera grande verità.

S. Winchester, Il professore e il pazzo, Adelphi, 2018, pp. 262, € 19.00 (trad. M. C. Leardini)

Nel caso non aveste voglia di leggere il libro, oggi al cinema esce il film.

Cecilia Mattioli

Lavoro con le persone. Amo leggere. Amo scrivere. Provo entusiasmo per qualsiasi cosa mi faccia crescere e non mi stanco mai di imparare

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.